La Blockchain nel settore alberghiero: il caso della Nordic Choice Hotels

Pochi giorni fa, nel quartier generale della Nordic Choice Hotels, Lisa Farrar, la direttrice digitale del gruppo originario di Oslo, ha chiesto al consiglio di amministrazione di decuplicare i finanziamenti: la sua intenzione è di ottenere 100 milioni di corone per attuare un rinnovamento digitale della catena alberghiera che, ad oggi, conta ben 200 hotel, sia di lusso che economici, in Scandinavia e nei Baltici.

Farrar porta avanti una linea strategica ben precisa, cercando di spostare l’attenzione del gruppo dalla costruzione e gestione degli hotel ai servizi digitali: “invece di vendere semplicemente un letto per dormire attraverso degli intermediari, potremmo offrire un’esperienza unica direttamente ai clienti”, dichiara.

Realtà virtuale, intelligenza artificiale e Blockchain per sconfiggere la concorrenza

Per raggiungere questo obiettivo, una delle molteplici idee che la Nordic Choice Hotels sta sperimentando sotto la guida di Lisa Farrar riguarda la realtà virtuale: ad esempio, far sì che gli ospiti possano progettare le proprie stanze per poi arredarle nella vita vera e che, grazie alla tecnologia del riconoscimento facciale e del controllo della voce, possano accedere alla propria camera.

Una delle squadre che sta lavorando al progetto ha posto l’Intelligenza Artificiale al centro della propria ricerca: il servizio clienti utilizzerà un bot per automatizzare diversi processi interni e ottimizzare la strategia di marketing digitale e, tramite un’app, gli ospiti potranno fare il check-in e aprire le porte della camera senza dover interagire con il personale d’albergo – “ma non penso che incontrerete un robot alla reception. Il contatto umano è importante”, afferma Farrar.

Ma è soprattutto per aggirare la concorrenza dei grandi intermediari della prenotazione come Expedia e Booking che la Nordic Choice Hotels ha deciso di sperimentare la tecnologia Blockchain. La società, infatti, ha messo alla prova uno dei suoi alberghi, Hobo, il famoso design hotel con interni firmati da Werner Aisslinger, utilizzando una piattaforma open-source di Blockchain sviluppata da Winding Tree in modo da poter valutare con calma se sarà il caso di estendere questa linea d’azione anche al resto degli hotel della catena.

Christian Lundén, direttore commerciale della Nordic Choice Hotels, ha dichiarato che questa prova di Blockchain potrebbe creare un’ulteriore innovazione nel settore della distribuzione alberghiera: “si tratta di una piattaforma aperta ed è così che, fondamentalmente, la vedo io. Abbiamo un posto in cui poter registrare il nostro inventario e in cui altri possono conservare il loro con la stessa interfaccia API [interfaccia di programmazione di un’applicazione] e questo porterà nuove possibilità per nuove compagnie o nuovi tipi di servizi che ricerchiamo”, come, ad esempio, una netta diminuzione dei costi di gestione.

La Blockchain può davvero aggirare i giganti della prenotazione?

Non si può certamente negare che i siti di prenotazione semplificano notevolmente le ricerche e i confronti di hotel per milioni di visitatori – ovviamente trattenendo una percentuale per questo lavoro.

Ma Lisa Farrar è fermamente convinta che per gli utenti sia di gran lunga più conveniente prenotare direttamente attraverso un’app sfruttando la tecnologia Blockchain che, come afferma, “è una catena distributiva molto più semplice e meno costosa e in grado di sfidare i giganti della prenotazione.”

Il contatto con i clienti e i loro dati è fondamentale per la sua visione dell’esperienza alberghiera nel prossimo futuro: “non appena atterrate in aeroporto, noi sapremo chi siete e cosa volete. Il mini-bar potrebbe essere pieno della vostra birra preferita, le foto digitali della vostra famiglia saranno installate e partirà la musica della vostra lista Spotify. Tutto ciò che vi fa star bene a casa vi verrà fornito da noi nel contesto di un hotel”, dichiara Farrar.

 

Link utili:

https://www.phocuswire.com/Nordic-Choice-blockchain-test-Winding-Tree

https://skift.com/2017/12/13/nordic-choice-hotels-tests-blockchain-distribution-for-stockholm-property/

http://nordic.businessinsider.com/a-norwegian-hotel-billionaire-wants-to-use-blockchain-to-cut-out-expedia–

https://www.tnooz.com/article/nordic-choice-hotels-blockchain/