Una transazione in bitcoin può essere tracciata?

Assolutamente SI!
In realtà, Bitcoin funziona solo perché ogni transazione è tracciabile nel registro chiamato blockchain.

Se invio bitcoin dal mio (semplificato) indirizzo 1AA all’indirizzo di un mio amico 1BB, tale transazione viene sempre registrata. Ora, quando il mio amico tenta di inviare bitcoin dal suo indirizzo 1BB all’indirizzo di un negozio 1CC, il computer del negozio può guardare e vedere che infatti, l’indirizzo 1BB contiene bitcoin, perché sono stati inviati a lui dall’indirizzo 1AA.

Anche se questi indirizzi vengono generati in modo casuale e quindi una persona non è a immediatamente identificabile con un determinato indirizzo, dopo che una persona ha effettuato diverse transazioni, è possibile tenere traccia dei movimenti e quindi risalire al proprietario. 

Un’altra riduzione dell’anonimato si trova nel modo in cui i clienti bitcoin combinano tipicamente le uscite delle transazioni precedenti per effettuare una nuova transazione.

Ad esempio, se è noto che l’indirizzo 1AA è collegato a me. Ma ho anche l’ indirizzi 1QQ e 1ZZ che non ho mai condiviso con nessuno.

L ‘indirizzo 1AA ha 2 bitcoin, l’ indirizzo 1QQ ha 3 bitcoin, e l’ indirizzo 1ZZ ha 5 bitcoin.

Ora se voglio inviare 9 bitcoin ad un amico. Il mio client combinerà automaticamente i bitcoin da tutti e tre gli indirizzi in una singola transazione. Questo rende pubblico il fatto che il proprietario di tutti e tre gli indirizzi è la stessa persona. Chiunque sapeva che l’indirizzo 1AA era collegato a me ora sa anche che 1QQ e 1ZZ sono anche legati a me.

Si noti che questa è un’analisi piuttosto minuziosa da eseguire a mano, ma esistono alcuni strumenti che possono svolgere lo stesso scopo e mostrare quali indirizzi sono legati con facilità.

Dark Wallet è un software che ha come scopo quello di proteggere maggiormente la privacy degli individui nelle transazioni.