CryptoKitties e la tecnologia Blockchain al servizio del mondo dell’intrattenimento

“The future is meow”: in questo semplice quanto efficace slogan si condensa il progetto di quello che è rapidamente diventato il gioco Blockchain-based più popolare al mondo e in grado di coinvolgere un numero sconvolgente di utenti.

Il nome di questo gioco è CryptoKitties, si basa sulla Blockchain Ethereum ed è stato sviluppato dalla start-up di Blockchain Axiom Zem. Un gioco che, però, ha fatto subito sul serio: per la sua progettazione sono riusciti a raccogliere ben 12 milioni di dollari di finanziamenti da un gruppo di investitori, coinvolgendo le due enormi società di capitali di rischio Andreessen Horowitz e Union Square Ventures e grandi nomi come Naval Ravikant, fondatore di AngelList, Fred Ehrsam, ex co-fondatore di Coinbase, Bill Tai, Capo della Strategia di BitFury e Mark Pincus, fondatore di Zynga.

Lanciato il 28 novembre 2017, il gioco CryptoKitties è diventato la più grande applicazione decentralizzata (DApp) basata su Ethereum già nella settimana successiva, quando la somma degli smart contract della DApp ha raggiunto il 13.94 percento del volume delle transazioni di Ethereum su 1.500 blocchi, arrivando persino a causare una congestione del sistema.

E per darvi la misura definitiva del successo di questo gioco, pensate che, a soli due mesi dal suo rilascio ufficiale, il valore di Ethereum era aumentato di oltre il 152 percento.

CryptoKitties: funzionamento, genoma digitale e smart contract

Ma come funziona CryptoKitties? L’idea alla base del gioco è tanto semplice quanto ordinaria: si acquistano, “allevano”, collezionano e vendono gattini virtuali e tutte le trans-gatt-azioni sono effettuate in Ether, la criptovaluta di cui si serve la piattaforma Blockchain di Ethereum.

Fin qui non ci sarebbe nulla di particolarmente sorprendente se non fosse per il fatto che questi gatti sono dotati di diversi cattributes (disegni, forma degli occhi, ecc…) e mewtations (cattributes più rari) e dispongono di un vero e proprio albero genealogico: ogni gatto, insomma, è reso unico grazie ad uno specifico genoma digitale che ne determina peculiarità e differenze.

CryptoKitties usa, infatti, quello che viene definito Algoritmo Genetico (GA) il cui funzionamento è, per certi versi, molto simile a quello della genetica reale: così come i nostri geni sono il risultato del mix di quelli dei nostri genitori e contengono informazioni sul nostro colore di occhi, il nostro colore di capelli, il nostro colore di pelle, la nostra altezza e così via, allo stesso modo CryptoKitties utilizza un codice genetico sempre nuovo per definire colori, righe, disegno del pelo o espressioni di ogni felino virtuale in base ai genomi del padre e della madre.

Le uniche differenze consistono nel fatto che, mentre i nostri geni sono fatti di proteine connesse fra di loro in un modo specifico, in un GA si usano dei numeri per rappresentarli e che, sulla Blockchain Ethereum, si usano degli smart contract per effettuare calcoli con quei dati.

Questo funzionamento logico fa sì che siano la rarità, le caratteristiche e la scarsità di ogni gattino a determinare il suo valore sul mercato: alcuni di questi animali virtuali sono arrivati addirittura a costare diverse decine di migliaia di dollari, tanto che qualche giocatore ha iniziato a farne un business reale, scambiandoli come fossero titoli di borsa.

Il successo di CryptoKitties ha favorito l’ingresso della Blockchain nella game industry

Non stupisce, quindi, che un gioco di tale successo abbia ottenuto il sostegno di così tante figure di spicco nel settore dei software e dell’intrattenimento: CryptoKitties non solo ha portato a ripensare lo schema tradizionale della catena di blocchi avvicinando gli smart contract al mondo del divertimento, ma ha anche dato il via ad un trend di giochi basati sulla tecnologia Blockchain.

Sono emersi, per esempio, cripto-bot, cripto-celebrità, cripto-nazioni, ma la lista è davvero immensa e spazia dal tradizionale ‘sasso, carta, forbici’ allo sviluppo di giochi in realtà aumentata come ‘Bit Runner’, passando per il gioco di carte ‘Spells of Genesis’ basato sulla Blockchain Bitcoin.

E chissà quante altre innovazioni emergeranno ancora all’interno della game industry

 

Link utili:

https://cointelegraph.com/news/cryptokitties-receives-12-mln-in-funding-from-big-name-investors

https://medium.com/@aidobreen/how-does-cryptokitties-co-work-e5071c0abf73

https://techcrunch.com/2018/04/17/our-event-on-blockchain-will-feature-the-cryptokitties-founder/

https://zycrypto.com/cryptokitties-raises-12-mln-in-funding-from-a-group-of-investors/